Saper scegliere un buon albero da piantare nel proprio giardino o nel parco o lungo una strada è il secondo, fondamentale, passo per garantirci un buon investimento, il primo è quello di scegliere l'albero giusto per quel contesto. Un albero che attecchisca bene e presto, che non presenta difetti strutturali, che abbia una struttura tronco-branche ottimale è un albero che potrà diventare adulto senza troppi interventi, che saprà resistere meglio agli eventi meteorologici intensi e che eviterà di darci preoccupazioni.

Ho voluto tradurre questa presentazione del professore emerito Edward F. Gilman e di Traci Partin, presa da una serie di presentazioni ed articoli intitolata "Urban Forest Hurricane Recovery" (Recupero della foresta urbana dopo un uragano) perché, anche qui da noi, in Italia, gli eventi estremi stanno sempre più aumentando in frequenza e intensità e sempre più spesso è necessario rimuovere alberi resi pericolosi dai danni che hanno subito. Ebbene, siccome gli alberi occorre sostituirli e piantarne di nuovi scegliamoli con questi criteri, oltre ad avere alberi che resisteranno meglio ai venti avremo anche alberi che richiederanno minori interventi e, dunque, un minor costo per la loro cura.

Edward F. Gilman è un'autorità internazionale nel mondo dell'arboricoltura urbana qui potete trovare la sua scheda di professore e ricercatore presso la Unversity of Florida, qui le presentazioni della serie "Urban Forest Hurricane Recovery" e qui numerosi articoli da lui pubblicati.

selezionare-alberi-di-qualità-in-vivaio.pdf

Prossimo articolo