Venerdì 16 Aprile 2010 14:23

Rimonda del secco su Pinus pinea

Quando potare gli alberi

Ci sono due periodi dell'anno in cui è possibile eseguire la potatura dell'albero: in inverno e in tarda primavera - estate.
A seconda della specie, della vitalità e del tipo di risultato che si vuole ottenere è opportuno scegliere un periodo piuttosto che l'altro.
In primavera - estate saranno potati gli alberi giovani, vigorosi e che mal sopportano le potature, in inverno gli alberi anziani e poco vigorosi.

 

La scelta del periodo di potatura è molto importante per la salute dell'albero. Intervenire nel momento sbagliato compromette la vitalità della pianta, la reazione alla perdita di rami e foglie può essere molto negativa: disseccamento dei rami potati (alberi che non sopportano la potatura), ustioni della corteccia (ad esempio nei faggi), emissione di un sovrannumero di nuovi rami (alberi molto vigorosi) o deperimento dell'intera pianta (alberi poco vigorosi o già deboli).

Le potature eseguite durante il riposo vegetativo tendono ad aumentare la vigoria dell'albero, al contrario, le potature eseguite in estate non la influenzano significativamente. Gli alberi di cui si godono le fioriture vanno potati dopo che queste sono avvenute.

Per determinare i mesi di potatura occore considerare alcuni fattori di natura ambientale: ore di luce, temperatura e latitudine; lo stato fisiologico e le attività dell'albero.
L'albero, a seguito della potatura, deve impiegare parte della sua energia per chiudere le ferite (compartimentazione) ed è quindi necessario che questa sia immediatamente disponibile in quantità sufficiente. Si deve, di conseguenza, escludere il periodo di formazione delle foglie, che corrisponde ad un grande dispendio energetico per la produzione dei nuovi tessuti, e quello di caduta delle foglie (abscissione) in quanto è un processo che richiede energia in un momento in cui questa è scarsamente disponibile - le energie sono già state traslocate verso le radici in forma di amidi.
È anche opportuo evitare i mesi di  forte presenza di spore di funghi che aggrediscono il legno (funghi lignivori), tipicamente alcuni mesi autunnali, soprattutto se si prevede di eseguire il taglio di grossi rami.

L'andamento energetico dell'albero è ben evidenziato dalla curva di Askenasy qui illustrata in sovrapposizione ai periodi fisiologici dell'albero.

Periodo potatura alberi: la curva di Askenasy

T = Tempo (S-primavera, W-inverno)E = Energia

Il momento giusto della potatura non è a discrezione del potatore ma dell'albero; l'arboricoltore deve saper valutare qual'è il momento più opportuno. Questo vale non solo per gli alberi adulti o, a maggior ragione per quelli più anziani, ma anche per i giovani alberi che devono essere allevati nel miglior modo possibile affinché, in futuro, sviluppino una forte struttura.